Coronavirus: una serie di misure per far fronte al virus proteggendoci

12.03.2020

Sportelli pubblici attivi a orario ridotto e un gruppo di volontari disponibili per chi è impossibilitato a casa: questi solo un paio dei provvedimenti decisi oggi dal Municipio per far fronte insieme alle prossime settimane

A seguito dell’evoluzione dei casi legati al nuovo coronavirus (COVID-19), nella sua riunione straordinaria questa mattina il Municipio ha esaminato possibili scenari per proseguire le prossime settimane garantendo nel limite del possibile l’operatività dell’Amministrazione, per la sicurezza sia della popolazione che del personale.

Pertanto, dopo essersi dotati di un apposito Manuale di pandemia e aver appreso le informazioni nonché le disposizioni emanate dai competenti organi preposti a livello cantonale, sono state decise le seguenti misure, valide su tutto il territorio cittadino:

  • Gestione degli sportelli pubblici: da lunedì 16 marzo resteranno aperti unicamente gli sportelli della Cancelleria comunale (con orario prolungato fino alle ore 18:00), dell’Ufficio controllo abitanti e quello di Polizia. Gli altri sportelli rimarranno raggiungibili solo virtualmente o telefonicamente (oppure sarà possibile fissare un appuntamento telefonicamente).
  • A sostegno della popolazione più vulnerabile l’Amministrazione sta valutando l’organizzazione di un gruppo di volontari per svolgere i compiti di prima necessità per conto di coloro che si trovano a domicilio, come la spesa o commissioni improrogabili. Chi avesse voglia di contribuire a questa iniziativa può annunciare la propria disponibilità inviando una mail all’indirizzo cancelleria@locarno.ch specificando i propri dati (Nome, Cognome, professione e età)
  • Chiusura di tutti gli spazi di intrattenimento: da domani 13 marzo fino a nuovo avviso sono sospese le manifestazioni quali il mercato cittadino o le attività presso lo Spazio ELLE e il Lido.

Presso l’Istituto per anziani San Carlo vigono da qualche giorno le direttive emanate a livello cantonale per tutte le case per anziani, ovvero una sospensione delle visite e un’accresciuta serie di misure a tutela degli ospiti residenti, che sono comunque accuditi quotidianamente con professionalità e umanità. Allo stesso modo, presso l’Asilo nido comunale l’attività prosegue accogliendo i bambini applicando però al contempo tutte le misure di protezione e sicurezza possibili.

Si ricorda pure alle famiglie la decisione odierna comunicata in forma congiunta con la Città di Lugano di sospendere la frequenza obbligatoria presso Scuole elementari e Scuola dell’infanzia, permettendo così da un lato di legittimare le assenze alle famiglie che stanno già scegliendo di mantenere i propri figli a domicilio, garantendo al contempo alle famiglie che lo necessitano la possibilità di continuare a far capo agli istituti scolastici, che rimarranno aperti per accogliere i bambini e proseguire nell’attività di accompagnamento come fatto finora.

Il Municipio tiene ad esprimere la propria vicinanza a ogni persona toccata in misura più o meno marcata dalle incertezze di queste settimane, siano essi commercianti, anziani, famiglie, malati, professionisti dell’ambito sanitario, impiegati o altri. Si richiama infine tutta la popolazione ad agire nella propria quotidianità personale con grande prudenza e senso di responsabilità, attenendoci scrupolosamente alle regole ed evitando i comportamenti a rischio che potrebbero mettere in pericolo la salute di coloro che sono più a rischio tra i nostri contatti, o i nostri cari (o gli affetti di qualcun altro).

Per ulteriori informazioni: Alain Scherrer, Sindaco