Pro Cardada

Le origini ufficiali della Pro Cardada risalgono all’ormai lontano 1958. Da un manoscritto, datato giugno dello stesso anno, risulta che «. ..per iniziativa di alcuni proprietari residenti a Cardada – Colmanicchio» si è constatata la necessità di «creare un Ente per un migliore e più razionale sviluppo della zona Cardada – Cimetta – Pizzo Trosa» .

I promotori hanno invitato tutti quanti potevano avere un interesse diretto o indiretto alla crescita della zona (delegati di Comuni, Patriziati e Enti) ad una riunione all’albergo Montaldi, l’attuale albergo Cardada. Alla presenza di una trentina di delegati e privati venne approvata all’unanimità la costituzione di un «ente turistico Pro Cardada», con alla testa provvisoriamente il presidente Luigi Antognini e il segretario Ugo Sartori.

Da allora molti anni sono passati e la Pro ha rafforzato la propria presenza sulla montagna tenendo fede agli obiettivi dei promotori e, con l’ultima modifica di statuto del 1982, dandosi una struttura più solida ampliando i propri scopi.

Oltre a organizzare manifestazioni, sia per gli abitanti sia per i visitatori, si è preoccupata di rendere accogliente la montagna intervenendo sul territorio. Numerose sono le opere eseguite: dalla creazione di punti panoramici alla posa e manutenzione di diverse fontane, dalla pulizia di sentieri alla creazione di una discarica di vegetali. L’intervento più importante è forse stato quello della creazione del campo giochi (campetto di calcio) sotto la seggiovia, che permette l’organizzazione di manifestazioni e offre uno spazio d’incontro per i più giovani .

In linea di principio, il raggio di attività della Pro Cardada si limita al comprensorio: Colmanicchio, Alpe Cardada, Cimetta, Vegnasca, Pizzo Trosa, Alpe Bietri.

Finalità principali

  • Tutelare gli interessi generali della regione di Cardada
  • Operare a favore della conservazione delle bellezze e delle caratteristiche naturali della zona
  • Armonizzare i contatti con le autorità, con gli Enti pubblici e privati nell’ottica dello studio e della concretizzazione di opere e servizi d’interesse comune
  • Promuovere i contatti fra i residenti della zona di Cardada e, se del caso, difenderne le esigenze e le prerogative

Idee e progetti

  • La Pro Cardada rimane fedele agli scopi enunciati dai suoi predecessori. Nonostante la montagna possa apparire immobile, parecchio è già stato realizzato
  • L’attuale Comitato sarebbe felice di veder conclusi, almeno in parte, i numerosi progetti che sono al vaglio delle autorità e degli enti interessati allo sviluppo turistico della zona
  • Da parte nostra ci proponiamo quale potenziale partner per le diverse iniziative e siamo pronti a fungere da sostegno e interlocutore con chi vuole far qualcosa di speciale nel comprensorio della Pro
  • Uno dei progetti per il 2015 è la realizzazione di un «Villaggio alpino» nel luogo dove sorge l’ormai quasi completamente scomparso «Villaggio indiano»

Ultimo aggiornamento pagina: 12.02.2024, 13:36