Settimana prossima anche Locarno contro il razzismo

14.03.2019 - 00:00

Anche quest’anno la Città partecipa alla Settimana contro il razzismo, che vedrà Confederazione, Cantoni e Comuni impegnati nella promozione di valori quali l’integrazione e il rifiuto delle discriminazioni. Dal tradizionale scambio del pane alle conferenze tematiche, passando per un percorso ad ostacoli: dal 21 al 28 marzo una ricca serie di proposte sul territorio cittadino permetteranno a grandi e piccini di riflettere, discutere e conoscere l’importanza di una società inclusiva, dove la diversità diventa un valore e non una minaccia

A Locarno, la popolazione straniera cittadina o che ha acquisito la nazionalità negli ultimi 20 anni si attesta ormai al 50% circa. Si può quindi affermare che la multiculturalità non è solo un valore svizzero, ma anche cittadino. Ed è proprio per questo che dal 2012 la Città, col sostegno del Servizio cantonale per l’integrazione degli stranieri del Dipartimento delle Istituzioni ed unitamente a diversi Cantoni e città svizzere, aderisce alla Settimana contro il razzismo.

L'aumento e la diffusione della povertà, le trasformazioni del mercato del lavoro e i crescenti bisogni legati allo Stato sociale sembrano acuire le tensioni, frammentando il tessuto sociale, alimentando le incertezze ed evidenziando differenze e divergenze. Proprio allo scopo di promuovere valori come l’integrazione, la tolleranza, l’inclusione e il rifiuto di qualsiasi discriminazione in questo contesto, per l’edizione 2019 il Municipio ha coinvolto svariate associazioni che hanno proposto momenti di incontro, scambio e riflessione che offrono a tutta la società interessanti proposte per ricordarci che la chiusura non è una soluzione ai problemi attuali e che la diversità è un valore, non una minaccia.

Il nutrito programma, che anche quest’anno si avvale del sostegno del Servizio per l’integrazione degli stranieri tramite i fondi del Programma per l’integrazione cantonale, si svolgerà nel seguente modo:

  • Giovedì 21 marzo, alle ore 17.30, presso l’Aula magna del Centro Professionale Tecnico (SPAI), via Alla Morettina 3 a Locarno, si terrà la conferenza pubblica “Dalle disuguaglianze sociali alle disuguaglianze razziali? crisi economico-sociale, razzismo e processi educativi”. La conferenza, i cui relatori saranno l’economista Alfonso Tuor e il pedagogista Sergio Tramma, è organizzata dalla Città di Locarno e dall’Associazione Un mondo di colori. Seguirà un aperitivo.
  • Sabato 23 marzo alle 10.30 in Largo Zorzi (zona Globus) il Gruppo integrazione di Locarno propone per il terzo anno lo scambio del pane cucinato dalle diverse comunità presenti in Città. Il razzismo si vince anche creando momenti d’incontro, attraverso la valorizzazione di ciò che ci unisce e di ciò che fa la differenza. Il pane, alimento di base povero e versatile comune di tutti i popoli che però lo producono in modi diversi riflettendo caratteristiche diverse, rappresenta uno dei cibi più antichi preparati dall’uomo, ed il suo scambio simboleggia l’apertura all’altro.
  • Sempre sabato 23 marzo, dalle 14.30 alle 16.30 in Piazza Grande l’Associazione Geamondo propone “Oltre gli ostacoli, oltre le Differenze”. Attraverso un percorso, tortuoso e imprevisto, gli avventori cercheranno di superare degli ostacoli (le differenze) per raggiungere un “totem” (l’Altro) su cui affiggere pensieri e sentimenti sul tema del razzismo e dell’integrazione. Seguono tè e biscotti per tutti.
  • Mercoledì 27 marzo 2019 dalle 14.00 alle 16.30 l’Associazione Genitori Insieme e il Quartiere Campagna propongono, pensando ai bambini e ragazzi, ma non solo “C’era una volta…storie senza confini”. Frammenti di cultura dal mondo per bambini e adulti. Viene proposto un percorso tra diverse culture e le storie che li caratterizzano. Almeno quattro aree del mondo si racconteranno permettendo un viaggio uditivo e sensoriale. Il percorso si concluderà con una merenda offerta dal Centro Giovani che presenterà dei brevi cortometraggi di animazione realizzati dai giovani sul tema dell’Incontro.

Festa dei Vicini che si svolgerà il prossimo 24 maggio promossa dall’Associazione di quartiere Rusca e Saleggi col sostegno della Città (aderendo alla Giornata Europea dei Vicini). L’auspicio è che questa manifestazione, che comporta un forte contenuto di accoglienza e convivialità con i propri vicini, possa consolidarsi nel tempo e essere estesa a molti quartieri. Infine il Centro giovani di Locarno ha avviato il progetto “Incontro” iniziato nell’autunno del 2018 e che continuerà anche nel 2019, coinvolgendo diversi giovani di diverse età nella riflessione e nell’esplorazione di varie tecniche espressive attorno al tema dell’Incontro con l’altro.

In allegato: la locandina dell’edizione 2019 della Settimana contro il razzismo di Locarno

Per ulteriori informazioni:

  • Ronnie Moretti, Municipale e Responsabile del Dicastero Socialità, 076 303 39 41
  • Luigi Romeo, Coordinatore dei Servizi sociali comunali, 079 389 30 57