Associazione Locarno-Milano-Venezia – Un nuovo Presidente

25.07.2019 - 00:00

Si è svolta lo scorso 19 giugno a Locarno l’assemblea dell’Associazione Locarno-Milano-Venezia alla presenza dei rappresentanti dei soci (Comuni di Milano e Locarno, Consorzio Est Ticino Villoresi, Provincia di Novara, Dipartimento del Territorio del Canton Ticino, ERS Locarnese e Valli, Organizzazione Turistica Lago Maggiore, Porto Regionale Locarno, Ass. Amici dei Navigli, Ass. Ars. Uni. VCO).

Durante la seduta è stato ringraziato Aldo Torriani, instancabile sostenitore del progetto di ripristino della via navigabile Locarno-Milano-Venezia nonché memoria storica, che ha rassegnato le dimissioni dalla carica di Presidente. Quale nuovo presidente è stato designato il Municipale, capo dicastero Sicurezza del Comune di Locarno, Avv. Niccolò Salvioni.

Da inizio anno la carica di Segretario-Tesoriere è inoltre passata da Athos Gibolli a Mauro Beffa, responsabile Manifestazioni della Città di Locarno. Aldo Torriani è stato insignito del titolo di Presidente Onorario e continuerà la sua attività quale membro del Comitato direttivo.

L’associazione è nata attorno verso la fine degli anni ‘30. Nel 1947 contava ben 247 soci tra enti pubblici e privati svizzeri e italiani. Dal 1965, quando le autorità federali svizzere decisero di abbandonare tutti i progetti idroviari, ad eccezione di quelli per il Reno, optando per lo sviluppo della rete autostradale in tutta la Svizzera, l’entusiasmo e le attività propositive della nostra Associazione andavano sempre più scemando.

Succedendo a suo padre Guido, segretario dell’associazione negli anni ‘40, Aldo Torriani è entrato a far parte quale membro dell’Associazione nel 1967 e da allora ha portato avanti il sogno di questo importante collegamento che unisce il territorio ticinese a quello padano tramite l’acqua del fiume Ticino che dal Gottardo scorre fino a Venezia, cercando di coinvolgere e convincere la Città di Locarno e i partner italiani.

Il terreno era oramai fertile attorno agli anni 2007-2008, anni in cui attorno alla Città di Milano stava crescendo l’interesse per il ripristino dei navigli grazie in particolare all’Associazione Amici dei Navigli dell’amico Empio Malara e all’allora Sindaco Letizia Moratti anche in vista dell’esposizione universale Expo Milano 2015.

Segno tangibile di questo rinato interesse fu la messa in funzione nel 2007 della conca di sbarramento della Miorina per la navigazione sul primo tratto tra il Lago Maggiore e il fiume Ticino.

Sull’onda del crescente entusiasmo per l’esposizione universale del 2015, grazie alla mediazione di Aldo Torriani e Carla Speziali (allora Sindaco di Locarno), l’associazione venne ricostituita il 25 giugno 2008 con il coinvolgimento, tra gli altri della Città di Milano e dell’allora Sindaco Letizia Moratti. Da Associazione Locarno-Venezia il nome cambiò ad Associazione Locarno-Milano-Venezia.

Dal 2008, sotto la Presidenza di Aldo Torriani che conta oggi 10 soci istituzionali e privati svizzeri ed italiani, sono state intraprese molte iniziative e progetti tra cui si ricordano gli incontri dal marzo 2009 con la Regione Piemonte per la realizzazione della conca di Porto della Torre (ad oggi non ancora realizzata); l’approvazione a fine 2009 del progetto Interreg Idrotour presso la diga del Panperduto (con la creazione del museo italo-Svizzero e dell’Ostello, la ristrutturazione di 3 conche di navigazione e la costruzione di una barca ibrida per la navigazione sui canali); l’approvazione del Progetto Transidro nell’ ottobre 2011 (con la realizzazione del sito internet www.locarnomilanovenezia.ch e di un porto d’interscambio ad Arona); la presenza a Expo Milano nel maggio 2015; la sottoscrizione con Provincia di Novara, Regione Lombardia, Consorzio Villoresi e Parchi del Ticino nel settembre 2016 del Progetto Slowmove recentemente approvato che prevede diverse azioni di valorizzazione del percorso navigabile tra cui un miglioramento degli attracchi, il Controllo remoto conche, maggiori informazioni sulla mobilità, lo sviluppo dell’ elettro-mobilità e il potenziamento del ciclo-turismo.

Si formulano i più sentiti ringraziamenti ad Aldo Torriani e Athos Gibolli per l’impegno e i risultati raggiunti.

Fotografie: