Nuovi bagni artistici al Parco della Pace

17.12.2019 - 00:00

Sono appena terminati i lavori di ristrutturazione dei servizi igienici al Parco della Pace, già tornati a disposizione del pubblico e pronti ad accogliere anche disabili o famiglie in cerca di un fasciatoio. Iniziati lo scorso mese di settembre, i lavori sono stati completati nei tempi e nei costi di investimento preventivati. Le pareti esterne della struttura sono state affrescate dall’artista locarnese Elia Varini, classe 1995, già vincitore nel 2016 del Premio giovani artisti del Centro culturale di Chiasso. Con il WC al Parco della Pace, si conclude l’operazione di rinnovo dei servizi igienici della Città.

Il Legislativo comunale aveva approvato il progetto di ristrutturazione dei servizi igienici del Parco della Pace, chiedendo mantenere la struttura esterna esistente. Così è stato fatto: a partire dallo scorso mese di settembre la Sezione logistica ha potuto infatti progettare e coordinare l’esecuzione di una struttura moderna, mantenendo i muri esterni ed inserendo nella struttura esistente dei moduli WC completamente in Inox. I servizi, entrambi unisex, sono due, uno dei quali accessibile alle persone con carrozzine ed attrezzato per ospitare comodamente pure i genitori in cerca di un fasciatoio per la sostituzione del pannolino dei più piccoli. Il materiale in Inox scelto per i servizi risulta anche più resistente all’acqua, in caso di innalzamento del livello delle acque del Lago Maggiore, problema ben noto ai Locarnesi.

Il Municipio ha inoltre voluto dare un tocco caratteristico alla struttura esterna, approvando il progetto di tinteggio artistico proposto dal promettente artista locarnese Elia Varini, classe 1995, già vincitore nel 2016 del Premio giovani artisti del Centro culturale di Chiasso. L'opera segue un filone astratto, dove forme e colori si collocano sulle pareti in maniera spontanea. L’artista propone colori vivaci e forme in movimento, in modo da creare una sensazione di dinamicità e portare più vivacità nello spazio urbano. I colori sono stati scelti anche per il contrasto che creano con lo spazio circostante, così da evidenziare la diversità tra le due parti, ma anche la possibilità di convivenza tra esse. Quest’opera, che va ad arricchire uno dei parchi più belli della Città, è stata ideata per trasmettere emozioni (dirette o indirette) al passante ed è visibile nelle fotografie allegate.

Entro la Primavera 2020, saranno completati i lavori esterni di rinverdimento, a cura dei giardinieri della Città.

Foto 1

Foto 2

Per ulteriori informazioni: Arch. Marco Crippa, Capo sezione logistica e manutenzione, logistica@locarno.ch