Imposte alla Fonte - Si chiude l’intricata vertenza tra Locarno e Lavertezzo

12.05.2020

Conclusa in questi giorni la lunga vertenza originata dall’erroneo versamento da parte dell’Ufficio cantonale di un conguaglio riguardante le imposte alla fonte al Comune di Lavertezzo di complessivi CHF 361'128.50. Il Municipale e Capo del dicastero Finanze Davide Giovannacci: “Grazie alla volontà di collaborazione di entrambi i comuni è stato possibile trovare una soluzione e concludere la questione”.

Un accordo extra-giudiziale tra i due Comuni pone fine alla controversia originata da un erroneo accredito d’imposte da parte dell’Ufficio cantonale imposte alla fonte che aveva attribuito al Comune di Lavertezzo un ingente importo generato da aziende con sede a Locarno-Riazzino.

Un nuovo e approfondito riesame della situazione contabile e un’analisi dal profilo amministrativo hanno permesso di giungere alla conclusione chiara e corretta di una vertenza ormai decennale.

La questione ha avuto origine nel corso dell’anno 2010, quando l’Ufficio cantonale, in occasione del conguaglio d’imposta alla fonte per l’anno 2009, attribuiva erroneamente al Comune di Lavertezzo l’importo di CHF. 361’128.50, in realtà di spettanza del Comune di Locarno. Gli stessi corrispondevano alla quota parte generata dagli insediamenti economici del Comune di Locarno, presenti nella zona di Riazzino.

Grazie alla volontà di collaborazione di entrambi i Comuni è stato possibile ritornare alla Città di Locarno l’importo erroneamente accreditato al Comune di Lavertezzo dall’Ufficio imposte alla fonte.

Per ulteriori informazioni: Davide Giovannacci, Capo del dicastero Finanze