Approvato il Piano finanziario 2020-2024 della Città

10.09.2020

Il Municipio ha approvato nella sua seduta del 8 settembre il Piano finanziario 2020-2024 della Città. Il piano finanziario va aggiornato e sottoposto al Legislativo quando vi sono modifiche di rilievo, in particolare in presenza di importanti progetti di investimento, in ogni caso almeno una volta per legislatura, di regola in concomitanza con il preventivo successivo alle elezioni generali, lo cita la Legge organica comunale. Il Municipio di Locarno ritiene che la situazione straordinaria venuta a crearsi con il nuovo COVID-19 e il prolungamento della legislatura attuale, impongono a quest’ultimo la necessità di effettuare un’analisi in merito all’evoluzione delle finanze comunali nei prossimi anni. Il Municipio con questo articolato documento desidera mostrare al Legislativo comunale l’evoluzione della gestione corrente, del gettito fiscale e il piano delle opere per i prossimi anni.

Gli obiettivi sviluppati nel piano finanziario sono ambiziosi e riflettono il desiderio di rimanere propositivi e di non fermarsi davanti alle avversità o agli eventi straordinari. I 10 milioni d’investimenti medi all’anno per il periodo 2020-2024 ne sono una prova tangibile e l’esecutivo è consapevole che la realizzazione nei tempi previsti di quanto pianificato, non sarà di facile attuazione. I futuri risultati d’esercizio sono pesantemente condizionati da fattori quali: l’evoluzione a corto e medio termine del gettito fiscale in relazione all’ impatto reale derivante dalla pandemia, il possibile ulteriore indebolimento finanziario di alcune fasce della popolazione con la conseguente necessità di intervento in vari ambiti sociali da parte dell’ente pubblico. I risultati del conto di gestione corrente illustrati nel documento presentano dei disavanzi rilevanti negli anni 2020 e 2021 a causa dei temuti effetti del lockdown, per poi stabilizzarsi attorno ai 2 milioni di franchi negli anni a venire. Il Municipio è consapevole del fatto che dovrà, per coprire i futuri disavanzi d’esercizio, ricorrere almeno in parte al capitale proprio che a fine 2019 ammontava a 18.7 milioni di franchi.

Nel Piano finanziario vengono illustrate anche le misure ipotizzate da parte dell’esecutivo per contenere l’evoluzione del fabbisogno. In considerazione delle risultanze d’esercizio previste, la riduzione del fabbisogno dovrebbe ammontare approssimativamente a 2 milioni di franchi. In riferimento a quanto precede il Municipio ha individuato diverse misure atte a contenere il fabbisogno ed in particolare quelle a carattere il più possibile strutturale.

A grandi linee, le aree di intervento riguardano gli ambiti della gestione del personale nei vari settori dell’amministrazione, nella valutazione critica delle posizioni dei beni e servizi, nella gestione oculata della liquidità con la conclusione in parte di nuovi contratti di prestito a corto termine e nella reperibilità di nuove entrate dovute alla realizzazione di alcune opere pianificate, quali ad esempio l’autosilo dei Monti. Nella situazione di incertezza causata dalla pandemia l’esecutivo si è quindi dato degli obiettivi precisi adottando una strategia che mira tra le altre cose a mantenere un moltiplicatore del 90% e a consolidare il rigore finanziario, con l’obiettivo di raggiungere una chiusura a pareggio della gestione corrente a partire dal 2022/2023. Per quanto attiene agli investimenti e al debito pubblico, il Municipio è consapevole dell’importanza del risanamento finanziario, senza per questo rinunciare alla realizzazione di opere importanti già pianificate che dal punto di vista economico rivestono anche un carattere anticiclico. In totale sull’arco del periodo 2020-2024 sono previsti 79 milioni di investimenti lordi, pari a 51 milioni di investimenti netti, che corrispondono a oltre 10 milioni all’anno. Gli importi relativamente elevati si giustificano anche con l’obiettivo di mantenere alta la qualità di vita e l’attrattiva di Locarno per la residenza e il turismo.

A titolo di esempio citiamo i vari progetti PALoc (Programma d’agglomerato del Locarnese), la sistemazione dell’area Largo Zorzi-Piazza Grande-Ptta. Remo Rossi, gli autosili ai Monti e del parco Balli, la sistemazione del PalExpo FEVI, la ristrutturazione delle scuole elementari a Solduno, il risanamento dell’Istituto San Carlo, ecc.

In conclusione il Municipio ritiene che le scelte strategiche, gli indirizzi e le proposte contenute nel Piano finanziario 2020-2024, possano permettere alla Città di guardare al futuro in modo propositivo anche in una situazione oggettivamente difficile dovuta agli effetti della pandemia, anche grazie a un monitoraggio costante dell’evoluzione delle uscite e delle entrate e a una pianificazione e rigore accresciuti per rispondere alle sfide che attendono la Città.

Per ulteriori informazioni: Davide Giovannacci, Municipale e Capo del Dicastero finanze