Autosilo di Locarno Monti, richiesto il credito di costruzione

15.04.2021

Nella sua seduta settimanale, il Municipio ha approvato il credito complessivo di CHF 5'451'000.- per la progettazione esecutiva e la realizzazione dell’autosilo ai Monti con 71 posteggi interni, per il nuovo Ecocentro rifiuti per il quartiere con posteggi esterni per la sosta, per la nuova fermata del Bus e per le strutture connesse al progetto. Il Messaggio municipale è completato con la richiesta di credito di CHF 60'000.- per la progettazione inerente la sistemazione del Sagrato di fronte alla Chiesa SS. Trinità.

Il progetto sviluppato dallo studio d’architettura Michele Arnaboldi, vincitore del concorso con procedura ad invito prevede, oltre alla realizzazione dell’autosilo, l’integrazione della fermata bus, dell’Ecocentro, la cabina di trasformazione elettrica, i servizi igienici, il deposito dell’associazione di quartiere, l’ascensore pubblico e la nuova scalinata esterna che permette di raggiungere il sagrato. Grazie a queste funzioni annesse e la ridefinizione veicolare del comparto, la struttura fungerà da nuova porta d’accesso al quartiere ai Monti e offrirà alla Città nuovi spazi pubblici di qualità. Il progetto ha ottenuto la licenza edilizia comunale.

Escludendo le opere connesse il costo del solo stabile dell’autosilo ammonterebbe a CHF 4.5 Mio in linea con il costo ipotizzato nel 2018 al momento del Messaggio per il concorso di architettura che era di 4.3 Mio CHF.

Circa un terzo dei posteggi sarà destinato ai residenti che dopo la campagna di pre-riservazione avviata a fine 2019, ha risposto in modo massiccio segnalando l’interesse di acquisto a lungo termine. Attualmente la domanda supera l’offerta che lo stesso Municipio ipotizzava come obiettivo minimo, vale a dire almeno 22 posteggi riservati ai residenti. I ricavi delle servitù vincolate alle proprietà immobiliari, circa 1.2 Mio CHF, saranno destinati a contribuire al finanziamento dell’opera. Un’altra fonte di finanziamento parziale è lo speciale fondo alimentato negli anni dai contributi sostitutivi per posteggi, che ammonta attualmente a 3.4 Mio CHF. La Sopracenerina contribuirà anch’essa finanziariamente alla realizzazione della propria cabina di trasformazione, integrata nell’autosilo.

La nuova fermata dei bus sarà situata su via ai Monti di fronte all’Autosilo, sostituirà l’attuale fermata ubicata all’incrocio tra via alla Basilicata e via ai Monti. I temi relativi alla futura mobilità degli utenti e degli allievi delle scuole, al nuovo Ecopunto e alle manifestazioni che potranno trovare spazio sulla terrazza dell’autosilo, insieme ad altri temi legati alla messa a disposizione di servizi per la cittadinanza, sono stati discussi durante lo sviluppo del progetto con l’Associazione Pro Monti. Le diverse richieste sottoposte al Municipio, dopo essere state discusse, sono state in gran parte implementate nel progetto definitivo. Alcuni temi andranno affinati ed affrontati nella successiva fase di progetto esecutivo.

Un ascensore pubblico è stato studiato ed integrato nell’autosilo. Esso collegherà, oltre ai diversi livelli della struttura, il sagrato della Chiesa SS. Trinità con la copertura del secondo piano adibita ad area pubblica con la via ai Monti, facilitando così il raggiungimento della fermata del Bus.

L’autosilo sarà privo di barriere per l’entrata e uscita, il controllo sarà garantito da un moderno sistema di bigliettazione e videosorveglianza. La tecnologia interna, ridotta al minimo essenziale, mira al massimo risparmio energetico. I posteggi auto potranno essere dotati di carica batterie, anche in funzione della domanda che è strettamente correlata all’attuale sviluppo del mercato delle auto ibride ed elettriche. La predisposizione dell’impianto è dunque stato previsto. Già da subito alcune postazioni saranno riservate ad auto elettriche. Il fabbisogno energetico potrà essere coperto almeno in parte da un impianto fotovoltaico di ultima generazione; la predisposizione per questo impianto è dunque già prevista nel progetto attuale.

La nuova composizione del Sagrato, insieme alle due coperture pavimentate e arredate dell’autosilo, saranno il nuovo spazio pubblico sociale del quartiere ai Monti. L’intervento di riassetto urbanistico del comparto via ai Monti e via del Tiglio, oltre a prevedere la realizzazione dell’autosilo e il riassetto del Sagrato, prevede l’adattamento del calibro e della conformazione delle carreggiate nell’ultimo tratto di via ai Monti e l’imbocco di via del Tiglio, implementando una zona 30 a scorrimento lento per la moderazione del traffico. Data l’importanza dell’opera, contemporaneamente alla realizzazione dell’autosilo sarà sviluppato il progetto del Sagrato e il progetto stradale delle aree circostanti.

Dal momento in cui si disporrà del credito di progettazione e di costruzione, si dovrà considerare un lasso di tempo di circa 6 mesi per giungere all’elaborazione del progetto esecutivo e concludere l’organizzazione del cantiere. A quel momento potrà essere avviata la fase di realizzazione valutata in circa 2 anni.

Il Municipio crede nella bontà e nella realizzazione del progetto in quanto rappresenta una tappa importante per poter far fronte alla carenza di posteggi nel quartiere e nel contempo offrire un nuovo comparto commisurato alle aspettative della Città.

Per ulteriori informazioni:

  • Davide Giovannacci, Municipale e Capo del Dicastero Finanze, Logistica e Informatica
  • Roberto Tulipani, Direttore della Divisione logistica e territorio