Locarno incoraggia l’agricoltura biologica

10.06.2021 - 00:02

Decisa l’istituzione di uno specifico incentivo volto a sostenere le aziende che intendono ottenere la Certificazione Bio. Il Municipale Pierluigi Zanchi: “Concretizzare l’impegno dell’ente pubblico per un’alimentazione più sana e pulita grazie al sostegno a quelle realtà che operano con un impiego maggiormente ecosostenibile delle risorse vuol dire investire nel futuro dell’economia nella regione, nostro e della Terra”

Nella sua seduta settimanale, il Municipio ha deciso l’erogazione di un contributo finanziario a sostegno di tutte le aziende sul territorio di Locarno che intraprenderanno il processo per l’acquisizione della Certificazione Bio.

Tale sussidio verrà prelevato dagli introiti derivanti dalla tassa sul CO2, sostenendo unicamente i costi per la certificazione su un arco di 10 anni, con un sostegno del 100% nei primi 4 anni, un 50% dal 5° al 10° anno quando si considera consolidata l’attività di un’azienda, e quindi decade il diritto all’incentivo (concludendo comunque con un riconoscimento dello sforzo grazie al versamento finale di un importo una tantum pari a 1'000.- franchi).

L’incentivo potrà venir richiesto da tutte le aziende agricole o dalle aziende di trasformazione (artigianato alimentare) con sede nel Comune di Locarno. Nelle prossime settimane si modificherà la relativa ordinanza (l’Ordinanza municipale 015.11 concernente l’erogazione di contributi finanziari quale incentivo al risparmio energetico), creando così le basi legali per la richiesta e l’ottenimento del sussidio oggetto del presente comunicato.

Parallelamente, la decisione della creazione dell’incentivo ha comportato il ritiro della mozione “Locarno a sostegno di cibi buoni, giusti e puliti per contrastare i cambiamenti climatici” depositata dai Consiglieri comunali de I Verdi nel febbraio del 2019.

Il Municipio è convinto che sforzi concreti per incoraggiare l’attività e l’insediamento di aziende agricole dalla certificazione Bio sul nostro territorio, oltre a favorire una maggiore sostenibilità, avrà un ritorno in termini ambientali ed economici per tutta la società.

Per ulteriori informazioni: Pierluigi Zanchi, Capo Dicastero Città dell’Energia, 079 734 03 66