Siglato un accordo di collaborazione tra LocarneseTech e SUPSI

02.12.2022

Il 25 novembre l’Associazione LocarneseTech ha siglato un accordo di collaborazione con la Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI), partner strategico che fornirà un supporto qualificato nell’ambito del percorso di sviluppo della piattaforma costituita nel 2021 con l’obiettivo di sostenere la crescita dei settori della robotica, della meccatronica e dell’industria 4.0 nella regione del Locarnese.

In qualità di partner strategico, la SUPSI prevede il coinvolgimento di ricercatori e professionisti afferenti alle diverse unità di ricerca, al fine di analizzare al meglio le esigenze del territorio ed offrire un valore aggiunto ai diversi attori e portatori di interesse, sviluppando attività progettuali, di divulgazione, sensibilizzazione e trasferimento della conoscenza.

L’accordo prevede una collaborazione della durata di due anni, con la possibile estensione per un ulteriore anno.

In particolare, sono previste le seguenti iniziative:

  • Attività di scouting delle esigenze aziendali, con l’obiettivo di individuare le esigenze delle singole imprese con riferimento ai diversi assi correlati all’innovazione (tecnologie e processi, personale e formazione, progetti di ricerca e sviluppo, trasferimento tecnologico e della conoscenza, modelli di impresa ed innovazione, reti e partnership).
  • Organizzazione di workshop su temi specifici, con l’obiettivo di offrire dei momenti di sensibilizzazione, divulgazione e confronto fra esperti e referenti aziendali delle diverse aziende del territorio coinvolte, sulla base del fabbisogno di tecnologia e/o di conoscenza emerso.
  • Realizzazione di studi di fattibilità relativi a singole aziende, per valutare in modo approfondito se e come procedere nel colmare il fabbisogno riscontrato, in termini di sviluppo di competenze e/o di nuovi progetti di ricerca e sviluppo. Qualora lo studio di fattibilità dia esito positivo, è previsto il prosieguo della collaborazione con le aziende implicate per la elaborazione e l’avvio di progetti specifici dedicati.
  • Attività di divulgazione e sensibilizzazione: eventi pubblici dedicati all’innovazione regionale, sui temi promossi dalla collaborazione tra LocarneseTech e SUPSI.

L’Avv. Paolo Caroni, Presidente di LocarneseTech, ha dichiarato: «Ci fa molto piacere aver raggiunto un accordo di collaborazione con la SUPSI in questo ambito. Ricordo che il settore della meccatronica in particolare è strategico per il Locarnese grazie anche alle industrie di fama internazionale già presenti. Studi svizzeri hanno ribadito l'importanza di questo ambito tra quelli con un forte potenziale di sviluppo economico per il Ticino. Detti studi hanno pure evidenziato il Locarnese quale zona con un'elevata percentuale di posti di lavoro nella meccatronica. L'associazione LocarneseTech, nata dalla volontà dei Comuni di Locarno e Losone nonché dall'Ente Regionale per lo Sviluppo Locarnese e Vallemaggia di promuovere tale settore nella regione, ha come obiettivo quello di sostenere le industrie già presenti e cercare di attrarre nuove realtà. L'associazione LocarneseTech ritiene questo accordo con SUPSI decisivo per il raggiungimento dei suddetti obiettivi».

Dal canto suo il Prof. Emanuele Carpanzano, Direttore Ricerca, sviluppo e trasferimento della conoscenza SUPSI, ha spiegato: «Siamo felici di poter collaborare con la piattaforma LocarneseTech in qualità di partner strategico, mettendo a disposizione le nostre competenze legate a molteplici settori della ricerca e dell’innovazione. Un percorso orientato alle esigenze emerse a livello regionale, nel quale coinvolgeremo esperti afferenti ai diversi Dipartimenti della SUPSI, con l’obiettivo di garantire un contributo multidisciplinare ad attori e portatori di interesse del Locarnese, cogliendo al tempo stesso le migliori opportunità per lo sviluppo di progettualità sul territorio. Un’attività che potremo collegare anche ad iniziative di ricerca e innovazione condotte a livello regionale, federale e internazionale».

- Comunicato