Trasporto pubblico in città tra binari, sole e Arcobaleno

05.02.2024

Dopo il massiccio aumento dei contributi messi a disposizione per l’acquisto di un abbonamento Arcobaleno, applicato l’anno scorso, il Municipio spinge ulteriormente l’acceleratore nella direzione di un sempre maggiore utilizzo dei mezzi pubblici da parte della popolazione, a tutto vantaggio dell’ambiente e della diminuzione del traffico, quindi anche della qualità di vita. Grazie a ulteriori modifiche dell’apposita Ordinanza municipale, dal primo gennaio 2024, dunque, l’importo totale elargibile a questo scopo è salito a 130.000 franchi annui. Mentre a partire dal 2025 crescerà addirittura a 190.000 franchi. Ma non è tutto: sin da subito, infatti, a beneficiare di un contributo da parte della Città sono anche gli studenti, fino ai 25 anni, che scelgono di acquistare un abbonamento Generale FFS (AG). Va per contro sottolineato che verrà a decadere la somma di 60.000 franchi annui, finora destinata a incentivare l’installazione di impianti fotovoltaici. Una cifra, per altro già interamente elargita per il 2024, che l’Esecutivo ha voluto reinvestire interamente a favore dell’abbonamento Arcobaleno.


L’anno scorso, reagendo alle mutate condizioni di una società in continua evoluzione, il Municipio d Locarno aveva adattato la propria strategia a favore della mobilità sostenibile, più che raddoppiando i fondi messi a disposizione per l’acquisto di un abbonamento Arcobaleno. Un cambiamento di paradigma importante a tutto vantaggio dell’ambiente nel solco della certificazione di “Città dell’energia”, di cui Locarno può fregiarsi, ma anche nel pieno intento di sostenere in modo concreto la popolazione. Questo, per altro, adottando un sistema di erogazione dei contributi socialmente equo, essendo calcolato sulla base del reddito imponibile.

Con le recenti modifiche dell’“Ordinanza municipale concernente l’erogazione di contributi finanziari quale incentivo a favore del risparmio energetico, dell’uso di energie rinnovabili e della mobilità sostenibile”, l’importo annuo a disposizione sale ulteriormente, issandosi a quota 130.000 franchi per il 2024. E da gennaio 2025 crescerà addirittura a 190.000 franchi. Ulteriori 60.000 franchi, equivalenti all’incentivo finora elargito per sostenere l’acquisto e l’installazione di impianti fotovoltaici, che dall’anno prossimo verrà a decadere. “Come avvenuto per le e-bike, anche questo incentivo col passare del tempo ha perso il suo scopo primario, ovvero quello di incentivare l’installazione di impianti fotovoltaici”, spiega il capo Dicastero ambiente, territorio e sport, Pierluigi Zanchi. “E questa è un’ottima notizia, perché significa che l’obiettivo è stato raggiunto. L’incentivo, il cui credito per il 2024 è appunto già esaurito e chiedo quindi alla popolazione di non inoltrare nuove domande che verrebbero giocoforza respinte, non è infatti più ritenuto un fattore determinante nella scelta del cittadino in merito a questo genere di impianti. L’interesse verso la produzione di energia rinnovabile grazie al proprio tetto è massiccio e vieppiù crescente, indipendentemente dal sostegno finanziario del Comune. Il Municipio, comunque, non ha semplicemente deciso di risparmiare, tagliando una somma ‘non più utile’, ma ha scelto di investirla interamente a sostegno dell’abbonamento Arcobaleno”.

E le novità a favore e a sostegno della popolazione, come accennato, non finiscono qui. In aggiunta, dunque, non solo l’acquisto di un abbonamento Arcobaleno viene incentivato in maniera crescente, ma sin da subito anche – per gli studenti fino ai 25 anni (Università, ecc.) – l’acquisto di un abbonamento generale delle FFS.

Per ciò che concerne l’abbonamento Arcobaleno i parametri rimangono invariati rispetto al 2023:

  • Contributo massimo di 150 franchi per abbonamenti annuali fino a 2 zone;
  • Contributo massimo di 200 franchi per abbonamenti annuali da 3 a 4 zone;
  • Contributo massimo di 300 franchi per abbonamenti annuali a partire da 5 zone.
  • Contributo massimo di 300 franchi per studenti fino ai 25 anni d’età.

Mentre – come novità – per l’acquisto di un abbonamento Generale FFS dal 2024 si è deciso quanto segue:

Come già dall’anno scorso, infine, l’erogazione del contributo viene calcolata in base al reddito imponibile del richiedente, secondo le seguenti fasce:

  • 100% del contributo previsto per un reddito imponibile da 0 a 50'000 franchi;
  • 75% del contributo previsto per un reddito imponibile da 50'000 a 100'000 franchi;
  • 50% del contributo previsto per un reddito imponibile oltre i 100'000 franchi.

Per inoltrare la domanda d’incentivo, è sufficiente richiedere alla Cancelleria l’apposito modulo, che è anche comodamente scaricabile dal sito della Città al seguente link: https://www.locarno.ch/files/documenti/Modulo_richiesta_contributo_acquisto_ABO_annui_arcobaleno_v2023_compilabile.pdf

Per beneficiare del contributo, va infine segnalato, devono essere cumulativamente adempiute le seguenti condizioni: l’abbonamento sottoscritto deve essere annuale, il richiedente deve essere domiciliato o dimorante nel Comune di Locarno da almeno 6 mesi, le richieste devono essere inoltrate, al più tardi, entro 6 mesi dalla sottoscrizione dell’abbonamento.

- Comunicato