Contenuti previsti

Il PalaCinema non si limiterà a dare una casa al Pardo. Permetterà infatti di creare anche una piattaforma culturale, in prevalenza riferita al settore dell'audiovisivo, che consentirà di ulteriormente sviluppare le ampie potenzialità connesse con il Locarno Festival

La strategia alla base del progetto PalaCinema si basa sul raggruppamento sinergico sotto un unico tetto, accanto alla sede del Locarno Festival, dei vari attori della filiera cinematografica cantonale.

In tal senso, nel complesso troveranno posto attività di ricerca e di formazione, attività produttive, di servizio, di marketing e vendita nel settore dell’audiovisivo, con agganci ai mondi della tecnologia, dell’industria multimediale e dello spettacolo in generale.

Per perfezionare la fattibilità di alcuni di questi aspetti la Città di Locarno ha conferito a Marco Müller – già direttore artistico di Festival del film quali: Locarno, Venezia e Roma – un mandato per studiare un concetto che faccia del PalaCinema un Polo di competenze dell’audiovisivo. Il rapporto finale è stato consegnato agli inizi di febbraio 2015. Lo studio ha permesso di identificare sette linee progettuali per lo sviluppo di nuovi contenuti di formazione superiore e di ricerca nell’ambito dell’audiovisivo.

I contenuti e indirizzi formativi possibili per il PalaCinema stanno quindi sempre più definendosi nelle loro svariate specificità.

Per garantire il coordinamento delle diverse attività e l'attuazione degli obiettivi stabiliti, il Consiglio d'Amministrazione della PalaCinema Locarno SA il 23 ottobre 2018 ha nominato Roberto Pomari quale Direttore di questo complesso polifunzionale.

La struttura fin dalla sua inaugurazione accoglie:

Sede amministrativa e archivio del Locarno Festival
Oltre ai contenuti amministrativi canonici sono previsti spazi per l’ufficio delle co-produzioni Open Doors/Industry Office, per il marketing e lo sponsoring, la sala di visionamento, sale riunioni e spazi aperti per circa 700 mq. A questi si aggiungono quelli riservati all'archivio.

Tre sale cinematografiche
Le tre sale cinematografiche (una da 500 posti e due da 142 posti l'una) si caratterizzeranno per il loro contenuto tecnologico avanzato e sono dotate di un alto livello di comfort. Le sale sono date in affitto a privati previo concorso pubblico, cui tutti possono partecipare, con vincoli a favore del Locarno Festival e della Città di Locarno.

In tal senso, in data 28 marzo 2017, il Consiglio d'amministrazione della PalaCinema Locarno SA ha scelto il gestore delle 3 sale cinematografiche e del bar annesso al PalaCinema.

RSI
L'ente radiotelevisivo della Svizzera italiana inserirà nel PalaCinema degli spazi di produzione.

Fondazione Ticino Film Commission
Comprende l’Associazione Film Audiovisivi Ticino, il Gruppo registi e sceneggiatori indipendenti della Svizzera italiana, Ticino Turismo e lo stesso Locarno Festival. La Film Commission è un organismo che opera per promuovere e facilitare nel Cantone la realizzazione di produzioni nel campo audiovisivo (film, serie televisive, documentari, video musicali, pubblicità, ecc.), fornendo ai potenziali produttori un'assistenza completa. L'obiettivo è generare ricadute economiche di vario tipo.

Conservatorio internazionale scienze audiovisive (CISA)
Si tratta di una scuola di formazione professionale di tecnica cinematografica e televisiva, fondata nel 1992 dal regista e produttore ticinese Pio Bordoni. Inizialmente la sede era a Lugano.

Centro di competenza delle attività audiovisive della Svizzera italiana
Il PalaCinema dovrebbe diventare un Centro di competenza nell'ambito dell'audiovisivo attraverso la produzione e il coordinamento delle diverse attività legate a questo settore. Ciò permetterebbe anche di dare un impulso all'area formativa e ai vari servizi che caratterizzano questo ambito. Il rapporto steso dall'apposito gruppo di lavoro coordinato da Marco Müller ha confermato la fattibilità di questo indirizzo, indicando anche i possibili attori da coinvolgere nell'ottica di far sì che Locarno possa divenire un Polo nel settore cinematografico e audiovisivo a tutti gli effetti.

Il Dipartimento formazione e apprendimento della SUPSI ha allestito al PalaCinema un laboratorio dedicato ai media e alle tecnologie in ambito educativo.


Ultimo aggiornamento pagina: 07.11.2018, 14:49