Cronistoria

XIII sec. a.C.

Primi insediamenti stabili nel Locarnese (tarda Età del bronzo)

I-IV sec. d.C. Epoca romana.

Villaggio (vicus) romano di Muralto

IV sec.

Inizia la diffusione del cristianesimo nella regione

X - XIII sec.

Locarno è sotto il dominio di Como

1239 –1249

Locarno è governata dal condottiero milanese Simone da Orello

1164

L’imperatore Federico Barbarossa concede a Locarno un nuovo diritto di mercato

1186

Gli abitanti di Locarno ottengono l’immediatezza imperiale

1342

Dopo un breve periodo di reggenza autonoma dei Nobili (cioè dei Capitanei), i Signori di Milano infeudano la regione ai conti Rusca

1516

Il Locarnese diventa baliaggio dei XII Cantoni Svizzeri

1555

Le famiglie protestanti sono espulse da Locarno

1798

Rivoluzione elvetica

1803

Costituzione del Cantone Ticino

1821-27

Locarno è per la prima volta capitale cantonale (lo sarà nuovamente nel 1839-45, 1857-63 e 1875-81)

1826

Varo del “Verbano”, il primo battello a vapore sul Lago Maggiore

1837-38

Costruzione del Palazzo del Governo, ora Sopracenerina

1848 e 1852

Secolarizzazione del convento di San Francesco e rispettivamente del Convento dei Cappuccini

1854

Inaugurazione della rete telegrafica Locarno-Brissago-Novara

1863

Crollo della volta centrale della chiesa di S. Antonio. Nella disgrazia muoiono 47 persone

1868

Un grave alluvione devasta la città e allaga Piazza Grande

1872

Nasce l’Ospedale comunale La Carità

1874

Collegamento ferroviario con Bellinzona (prime tratte della Gotthard Bahn)

1876

Inaugurazione del Gran Hôtel di Locarno

1886

Nasce il Consorzio per la correzione del fiume Ticino

1890

È attivata la linea telefonica Locarno - Bellinzona

1898

Si approva il Piano Regolatore del Quartiere Nuovo

1898

Costituzione della Società del Museo

1902

Inaugurazione del Teatro di Locarno

1904

Municipalizzazione della rete dell’acqua potabile

1904

Messa in esercizio della centrale idroelettrica di Ponte Brolla

1905

Riscatto dell’Azienda del gas (fondata da un’associazione privata nel 1875)

1906

Costruzione della Funicolare della Madonna del Sasso

1907

Terminano i lavori di correzione e arginatura della Maggia

1907

Inizia la sua attività la Ferrovia Locarno-Pontebrolla-Bignasco

1908

Inaugurazione delle Tramvie cittadine

1908

Istituzione del Consiglio Comunale

1911

Costruzione del Macello Pubblico

1920

Le Terricciuole Promiscue, al Piano di Magadino, si separano da Locarno

1923

Inaugurazione della ferrovia Locarno - Domodossola (Centovallina)

1923

Prima edizione della feste delle Camelie

1925

La Conferenza della pace porta alla firma del Patto di Locarno

1928

Termina il restauro del Castello Visconteo che poi diventerà museo civico

1928

Fusione con Solduno

1937

Prima Mostra Mercato dell’Artigianato

1939

Inaugurazione dell’aeroporto doganale di Magadino

1941

Il Circolo di cultura di Locarno organizza un’esposizione su Antonio Ciseri

1943

Atterraggi di fortuna di diversi bombardieri americani all’aeroporto di Magadino

1944

La città accoglie i bambini rifugiati della Repubblica dell’Ossola

1945

8-9 maggio: violente manifestazioni antifasciste e “corteo della pace” per festeggiare la fine della guerra

1946

Nasce il Festival Internazionale del Film di Locarno

1948

Fusione tra Ospedale Comunale La Carità e l’Associazione dell’Ospedale Distrettuale, fondata all’inizio del secolo

1950

Inaugurazione del Parco Botanico alle Isole di Brissago

1961

Muore Giovan Battista Rusca, sindaco di Locarno da quarant’anni

1965

Affonda nel Verbano lo “Squalo Tigre”, piccolo sommergibile

1966

È inaugurata la diga della Verzasca

1966

Sciagura di Robiei: 17 vittime, tra cui 2 pompieri di Locarno

1968

Gli studenti in rivolta occupazione la Magistrale

1969

Inizia la sua attività l’inceneritore consortile per i rifiuti di Locarno

1971

Il Festival del film si trasferisce in Piazza Grande, dove è costruito il grande schermo

1972

Vivaci discussioni sul Piano Viario del Locarnese portano all’affossamento della variante che prevedeva la costruzione di un ponte sul lago. Si decide di costruire la galleria di circonvallazione

1972

Costituzione dell’Ente Turistico Locarno e Valli

1973

Nuovo Liceo in via Nessi

1973

I primi allievi entrano nelle nuove Scuole comunali ai Saleggi: la costruzione programmata in tre tappe sarà terminerà all’inizio degli anni ’80.

1977

Inizia l’attività dell’Asilo Nido

1978

Un alluvione devasta il Quartiere Nuovo

1980

Inaugurazione del nuovo San Carlo (casa per anziani)

1985

Cade in votazione popolare il progetto di Sala Multiuso

1987

Inaugurazione della Pinacoteca comunale Casa Rusca

1989

È aperta al pubblico la Biblioteca cantonale nel Palazzo Morettini

1993

Casorella, già casa del sindaco Rusca, diventa sede del Dicastero musei e cultura

1993

Fuoruscita del lago che invade il Quartiere Nuovo e perfino Piazza Grande

1996

È aperta la galleria Mappo – Morettina

1997

Iniziano i lavori per la rotonda di Piazza Castello (terminati nel 2001)

2001

È inaugurato il nuovo Porto regionale di Locarno

2001

La Società Kursaal SA di Locarno non ottiene la concessione federale per la gestione di un Casinò; concessione attribuita ad una società che vuol costruirne uno nel Grand Hotel di Muralto.

2007

Nel mese di settembre viene bocciato in votazione popolare il collegamento veloce fra il Locarnese e l'autostrada (A2-A13) denominato Variante 95.

2008

Verso fine anno si muovono i primissimi passi per realizzare una Casa del Cinema. Si comincia a indentificare quale luogo ideale il Palazzo delle ex-Scuole in Piazza Castello.

2009

Alla fine di ottobre viene inaugurato il Centro Balneare Regionale. Il nuovo Lido di Locarno è il frutto della collaborazione intercomunale.

2010

Referendum contro la decisione del Consiglio comunale di acquistare il Rivellino del Castello, attribuito dallo storico Marino Viganò a Leonardo da Vinci. Per decisione popolare la Città rinuncia all'acquisto del monumento.

2011

È bocciato in votazione popolare il progetto di aggregazione tra i Comuni di Locarno, Muralto, Minusio, Orselina, Mergoscia, Brione s. Minusio, Tenero-Contra (Sponda sinistra della Maggia). Unicamente a Locarno e a Mergoscia il progetto ha ottenuto un voto favorevole. In alcuni Comuni la proposta non passa per una manciata di voti.

2012

Mel mese di marzo viene sottoscritto l'accordo fra la Città di Locarno e la Fondazione Stella Chiara per la donazione di 10 milionni di franchi a favore della realizzazione del Palazzo del Cinema, in particolare di tre sale di proiezione all'interno del complesso.

2012

Nel mese di dicembre la Giuria del concorso decide di assegnare allo Studio d'archittettura londinese Zaera Polo la realizzazione del Palazzo del Cinema in base al progetto «Pardo d'Oro» vincitore del concorso.

2013

Fallimento del referendum lanciato in Città contro l'approvazione del Consiglio comunale di Locarno del credito di 32, 2 milioni per la realizzazione del Palazzo del Cinema.

2014

Nel corso del mese di settembre il Gran Consiglio approva il messaggio governativo con il credito di 3 milioni di franchi a favore della costruzione del Palazzo del Cinema ristrutturando le ex-scuole di Piazza Castello.

2014

A fine ottobre partono i primi lavori di ristrutturazione delle ex-Scuole di Piazza Castello per la realizzazione del Palazzo del Cinema. Nel frattempo la Città si prepara a rilevare anche il Palazzetto Fevi con una spesa di 2,6 milioni.

Ultimo aggiornamento pagina: 28.10.2014, 08:53